Protocollo Aziendale Covid-19

In riferimento all’emergenza in corso a seguito della diffusione del CoronaVirus, il sottoscritto geom. Luca Mares in qualità di Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione (RSPP) dell’impresa Costruzioni Dal Pont Spa IN ACCORDO con il Datore di Lavoro ing. Roberto Mares, sentito il Medico Competente dr. Alfredo Leonzio, sentito il Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza (RLS) sig. Stefano Lancedelli e informate le Rappresentanze Sindacali Unitarie (RSU)INTENDE RENDERE PUBBLICIcon il presente “Protocollo Aziendale di Sicurezza anti-contagio Covid-19” gli accorgimenti che saranno adottati per contrastare la diffusione del COVID-19 dalla data in cui si prevede la ripresa delle attività lavorative.

PREMESSA

Per la redazione del presente “Protocollo Aziendale di Sicurezza anti-contagio Covid-19”, oltre alle analisi interne redatte sulle reali esigenze della Costruzioni Dal Pont Spa, sono stati presi in considerazione i seguenti documenti:

  • Decreto Legge del 25 marzo 2020 numero 19 e successive modifiche e integrazioni;
  • “Protocollo condiviso di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro” del 14 marzo 2020;
  • “Protocollo condiviso di regolamentazione per il contenimento della diffusione del Covid-19 nei cantieri edili” del 19 marzo 2020;
  • “Protocollo condiviso di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro del settore edile – Linee guida per il settore edile” del 24 marzo 2020;
  • “Nuovo Coronavirus (SARS-CoV-2) indicazioni operative per la tutela della salute negli ambienti di lavoro non sanitari” versione 10 del 11 aprile 2020 (Regione del Veneto);
  • “Protocollo condiviso di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro” del 24 aprile 2020;
  • “Protocollo condiviso di regolamentazione per il contenimento della diffusione del Covid-19 nei cantieri” del 24 aprile 2020.

Tutte le indicazioni presenti nel seguente “Protocollo Aziendale di Sicurezza anti-contagio Covid-19” si intendono obbligatorie e da applicare in tutti gli ambienti di lavoro (compresi mensa – dormitorio – etc), nonché parte integrante del Documento di Valutazione dei Rischi (DVR) e parte integrante di ogni singolo Piano Operativo di Sicurezza (POS) per quanto di competenza nei cantieri edili.

La Costruzioni Dal Pont Spa ha provveduto alla chiusura dei propri ambienti di lavoro a partire dalla data del 16 marzo 2020, applicando fin da subito tutti i protocolli condivisi e le regolamentazioni per il contenimento della diffusione del Covid-19. Nello specifico sono stati completamente chiusi tutti i cantieri edili, i reparti operativi (officina – magazzini – mensa – cucina – falegnameria – ect) ed è stata attivata, quando possibile, l’organizzazione in modalità a distanza o lavoro agile per impiegati amministrativi e tecnici. Tutte le attività riprenderanno normalmente con la data del 4 maggio 2020, come da indicazioni ministeriali.

I locali chiusi a partire dal 16 marzo 2020 non sono stati utilizzati fino alla data di ripresa dei lavori e successiva riapertura aziendale. Prima di tale data si è provveduto all’effettuazione di una pulizia specifica, mediante l’utilizzo di prodotti igienizzanti, effettuata direttamente dalla ditta specializzata Cadore Società Cooperativa Sociale.

L’applicazione di severe misure di sicurezza e igieniche abbinate al distanziamento sociale e all’utilizzo dei Dispositivi di Protezione Individuali (DPI), sono la migliore difesa contro il virus.

INFORMAZIONI GENERALI

Copia del presente protocollo e di eventuali aggiornamenti che seguiranno, vengono inviati mediante l’utilizzo dell’applicazione Whatsapp a tutti i lavoratori dipendenti della Costruzioni Dal Pont Spa e per mail a tutti gli impiegati amministrativi e tecnici.

Copia cartacea ed eventuali integrazioni verranno consegnati a tutti i dipendenti e affissi nell’apposita bacheca aziendale presente presso la sede di Cortina d’Ampezzo e l’officina di Ponte nelle Alpi.

Copia del presente “Protocollo Aziendale di Sicurezza anti-contagio Covid-19” verrà pubblicata sul sito della ditta all’indirizzo www.costruzionidalpont.com/covid19 e sarà costantemente aggiornata. La diffusione degli aggiornamenti avverrà mediante le procedure descritte nel primo capoverso del presente capitolo.

Copie delle cautele emanate dal Ministero vengono esposte nelle bacheche aziendali e negli uffici della Costruzioni Dal Pont Spa.I lavoratori che non rispettano le procedure previste dal “Protocollo Aziendale di Sicurezza anti-contagio Covid-19” e le misure generali per il contenimento della diffusione del virus del Ministero della Salute, potranno essere sottoposti a sospensione con allontanamento dal luogo di lavoro e licenziamento immediato.

LAVORATORI DIPENDENTI

I Dispositivi di Protezione Individuali (DPI) Covid-19 devono essere sempre utilizzati quando non è possibile applicare il distanziamento sociale.

Alla ripresa delle attività lavorative tutti i dipendenti dovranno obbligatoriamente compilare l’Allegato B “Covid-19 autocertificazione per il rientro al lavoro”, consapevoli delle conseguenze penali previste in caso di dichiarazioni mendaci.

Sulla base di quanto autocertificato da ogni singolo lavoratore dipendente, l’impresa Costruzioni Dal Pont Spa si avvale del senso di responsabilità personale, invitando tutti alla misurazione della propria temperatura corporea con frequenza almeno quotidiana prima di recarsi sul luogo di lavoro, cosi da evitare fin da subito di accedere agli ambienti con una temperatura corporea superiore a quanto previsto dalla normativa in vigore.

La rilevazione della temperatura corporea avverrà diversamente per le singole sedi:

  • Cortina d’Ampezzo: l’accesso agli stabili di proprietà della Costruzioni Dal Pont Spa avverrà mediante la porta esterna situata al piano seminterrato dove il geom. Matteo Aiello provvederà alla misurazione della temperatura corporea e registrazione nell’apposito modulo Allegato D1 “Covid-19 registro giornaliero delle temperature”. I lavoratori dipendenti domiciliati presso la sede aziendale provvederanno ad uscire dallo stabile mediante la porta esterna situata al piano terra di fianco alla cucina ed accederanno nuovamente mediante la procedura sopra descritta. I lavoratori dipendenti con mansione di impiegato accederanno in azienda mediante la porta esterna dell’ufficio e singolarmente il geom. Matteo Aiello provvederà alla rilevazione della temperatura corporea e successiva registrazione come appena descritto. Durante le rilevazioni della temperatura corporea si dovrà mantenere obbligatoriamente la distanza interpersonale di sicurezza. I moduli andranno scansionati e settimanalmente (il lunedi per la settimana precedente) inviati mediante mail all’indirizzo wb@costruzionidalpont.it.
  • Ponte nelle Alpi: la rilevazione della temperatura corporea avverrà per singolo cantiere dove il Preposto di turno, individuato dal Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione (RSPP), provvederà alla misurazione e registrazione nell’apposito modulo Allegato D2 “Covid-19 registro settimanale delle temperature”. I moduli andranno scansionati e settimanalmente (il lunedi per la settimana precedente) inviati mediante mail all’indirizzo wb@costruzionidalpont.it.

Ogni lavoratore in presenza di una temperatura corporea superiore ai 37.5 gradi o in presenza di sintomi riconducibili alla malattia Covid-19, ha l’obbligo di rimanere al proprio domicilio, avvisare il Rspp della Costruzioni Dal Pont Spa, e chiamare il proprio medico di famiglia.

Ogni lavoratore ha l’obbligo di dichiarare se negli ultimi 14 giorni è venuto a contatto con persone positive al virus.

Ogni lavoratore ha l’obbligo di rispettare tutte le norme in vigore sul distanziamento sociale, uso della mascherina, lavaggio delle mani, disinfezione delle attrezzature – mezzi – luogo di lavoro, e nello specifico:

  • evitare la frequentazione di persone che soffrono di infezioni respiratorie acute;
  • utilizzo di un fazzoletto monouso in caso di starnuto/tosse;
  • evitare l’utilizzo promiscuo di bottiglie e bicchieri;
  • evitare il contatto di occhi/naso/bocca con le mani;
  • lavarsi frequentemente le mani e utilizzare soluzioni igienizzanti.

PRECAUZIONI IGIENICHE PERSONALI

Nei luoghi di lavoro aziendali (compresi mensa – dormitorio – etc) sono stati installati idonei distributori automatici di soluzioni igienizzanti e sono stati forniti a tutti i dipendenti flaconi personali di soluzione igienizzante da utilizzare negli ambienti di lavoro operativi quali cantieri, magazzini e falegnameria.

Ogni lavoratore deve obbligatoriamente lavarsi le mani e fare uso di soluzione igienizzante prima di accedere ai luoghi di lavoro (compresi mensa – dormitorio – etc), prima e dopo la pausa pranzo, prima e dopo aver fatto uso dei mezzi aziendali (pulmino – autocarro – escavatore – etc), prima e dopo aver usufruito dei servizi igienici.

Ogni lavoratore deve obbligatoriamente evitare qualsiasi tipologia di abbraccio o stretta di mano e deve garantire il rispetto del distanziamento interpersonale mantenendo la distanza prevista dalla normativa.

Ogni lavoratore deve obbligatoriamente utilizzare tutti i Dispositivi di Protezione Individuale (DPI) previsti dalla propria mansione, in riferimento alle lavorazioni in atto, e in aggiunta si rende necessario l’utilizzo di:

  • per tutte le lavorazioni dove i rischi non prevedono l’utilizzo di DPI tipo FFP2, deve essere indossata la mascherina di tipo chirurgico;
  • guanti monouso in presenza di danni, escoriazioni, ferite alla cute delle mani;
  • occhiali di protezione (quando non si può rispettare la distanza minima).

Ogni singolo lavoratore deve provvedere personalmente alla corretta pulizia degli strumenti/attrezzature individuali di lavoro sia prima che durante che al termine della prestazione di lavoro. I mezzi e le attrezzature (computer – cellulari – vetture – autocarri – pulmini – attrezzi minuti – etc) in dotazione al singolo lavoratore non devono essere condivise con terze persone. Qualora non fosse possibile evitarne un uso promiscuo, l’utilizzatore dovrà obbligatoriamente provvedere alla completa igienizzazione, obbligatoriamente prima dell’uso e preferibilmente terminato l’impiego.

Le precauzioni vanno obbligatoriamente adottate in tutti i luoghi di lavoro compresi cantieri, uffici, aree comuni, mensa, spogliatoio, dormitorio, servizi igienici, automezzi, etc.

Eventuali integrazioni alla fornitura di DPI o prodotti specifici vanno richieste esclusivamente all’RSPP della Costruzioni Dal Pont Spa almeno un giorno prima.

ACCESSO IN AZIENDA DA PARTE DEI DIPENDENTI

Premettendo che la gestione dei controlli sanitari sull’accesso al personale dipendente è già stato trattato nel capitolo 3 “Lavoratori dipendenti” e la prevenzione nel successivo capitolo 4 “Precauzioni igieniche personali”, vista la complessità organizzativa che caratterizza i molteplici ambienti di lavoro di proprietà della Costruzioni Dal Pont Spa, è importante analizzare le modalità di accesso in base alle tipologie dei luoghi.

Durante la permanenza in un ambiente di lavoro della Costruzioni Dal Pont Spa è obbligatorio provvedere personalmente all’aerazione periodica dei locali.

Lo spostamento all’interno degli ambienti di lavoro deve essere limitato al minimo indispensabile e nel rispetto delle indicazioni aziendali.

Nelle aree soggette ad un’intensa presenza di dipendenti va favorita l’entrata e l’uscita in modalità scaglionata, in modo da evitare il più possibile contatti nelle zone comuni quali ingressi, sale, scale, etc.

In qualsiasi ambiente e situazione va obbligatoriamente negata la possibilità di creare assembramento, anche se dovuta a una gestione organizzativa o comunicativa.

L’accesso a tutti i locali è autorizzato ad eventuale personale dipendente (informato ed autorizzato mediante Allegato C “Covid-19 nomina addetto gruppo lavoro” addetto alle verifiche di applicazione del “Protocollo Aziendale di Sicurezza anti-contagio Covid-19”.

CUCINA: l’accesso e l’utilizzo delle attrezzature/impianti e dei locali interni (compreso il servizio igienico) è consentito solamente ai lavoratori aventi mansione di cuoco. Eventuali assistenti al cuoco dovranno accedere solamente dopo aver provveduto alla pulizia igienica personale mediante doccia e indossando tutti gli indumenti previsti dalla normativa in vigore. L’accesso avviene mediante ingresso interno, mentre a fine turno si provvede all’uscire utilizzando la porta esterna e provvedendo prima alla chiusura della porta di comunicazione con la mensa. L’accesso alla cucina avviene mediante utilizzo di scarpe idonee, per chi svolge la mansione di cuoco, mentre tutti gli altri autorizzati possono accedere solamente mediante la porta esterna e con utilizzo di copri-scarpe. Eventuali richieste particolari da parte dei lavoratori dovranno essere gestite dal cuoco mediante comunicazione verbale nell’apposito spazio delimitato tra la cucina e la mensa, mantenendo la distanza minima prevista. La Costruzioni Dal Pont Spa ha provveduto a formare/informare due lavoratori che nei giorni festivi avranno accesso al locale, con indosso tutti i DPI Covid-19 previsti, per provvedere alle opere di trasformazione e cottura dei cibi per i dipendenti con dimora presso gli stabili di proprietà dell’azienda.

DEPOSITO DPI: l’accesso è consentito solamente al magazziniere addetto alla gestione e distribuzione dei Dispositivi di Protezione Individuale (DPI) Covid-19 e non. Qualsiasi accesso non autorizzato dal Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione (RSPP) della Costruzioni Dal Pont Spa verrà gestito mediante sospensione a tempo indeterminato e successivo allontanamento dagli ambienti di lavoro.

DORMITORIO E LOCALI ACCESSORI: l’accesso e l’utilizzo dei locali è consentito solamente ai lavoratori dipendenti che sono stati autorizzati al pernottamento presso la struttura sita in località Pian da Lago a Cortina d’Ampezzo. L’accesso avviene mediante la porta situata al piano seminterrato e salendo le due rampe di scale. L’uscita avviene mediante la scalinata lato sud e la porta situata al piano terra di fianco alla cucina. E’ assolutamente vietato creare qualsiasi forma di assembramento nelle singole stanze, nei servizi igienici, nei corridoi, nelle sali comuni, prima durante e dopo i pasti, etc. Per un utilizzo controllato e sicuro si invita i dipendenti a concordare tra gli utilizzatori modalità di accesso con orari e tempistiche diverse. Nelle stanze multiple i singoli fruitori dovranno provvedere personalmente alla gestione degli spazi e al garantire le distanze previste dalla normativa.

FALEGNAMERIA: l’accesso durante l’orario di lavoro e l’utilizzo delle attrezzature/impianti/locali è consentito solamente ai lavoratori aventi mansione di falegname. L’ambiente di lavoro, durante la pausa pranzo e al di fuori dell’orario di lavoro deve essere chiuso a chiave. Durante l’utilizzo delle attrezzature è indispensabile provvedere periodicamente alla sanificazione delle mani ed è obbligatorio utilizzare i DPI previsti dalle singole lavorazioni.

MAGAZZINI ESTERNI: in tutte le aree è vietato qualsiasi tipo di assembramento, anche al di fuori dell’orario di lavoro. Per le opere di carico/scarico il capocantiere dovrà provvedere personalmente, oppure designando un lavoratore addetto, cercando di procedere singolarmente e se non possibile, facendosi aiutare dal minor numero di lavoratori possibile. Gli impianti fissi (distributore benzina – autolavaggio – idropulitrice – etc) dovranno essere utilizzati da lavoratori singoli. In caso di impianti già in uso da terze persone, attendere a distanza di sicurezza il proprio turno. Sia prima che dopo l’uso è obbligatorio provvedere alla sanificazione delle mani.

MAGAZZINI INTERNI: l’accesso è consentito solamente al magazziniere, addetto alla gestione e distribuzione delle attrezzature/materiali presenti all’interno dei locali, e al lavoratore designato dal capocantiere a svolgere le azioni di carico/scarico. L’ambiente di lavoro, durante la pausa pranzo e al di fuori dell’orario di lavoro deve essere chiuso e non accessibile. Prima di accedere e prima di uscire dal magazzino è obbligatorio provvedere al la sanificazione delle mani. E’ vietato entrare in più di 3 lavoratori, garantendo la distanza minima prevista dalla normativa, ed è vietato qualsiasi tipo di assembramento sia interno che esternamente al magazzino.

MAGAZZINI MINUTERIA: l’accesso è consentito solamente al magazziniere addetto alla gestione e distribuzione delle attrezzature e dei materiali presenti all’interno dei locali. L’ambiente di lavoro, durante la pausa pranzo e al di fuori delle ore di lavoro deve essere chiuso a chiave. Per il ritiro della merce/attrezzature da parte dei lavoratori si dovrà procedere con prenotazione scritta, così da evitare assembramenti dentro o fuori i locali. Al momento della consegna o nelle azioni di reso è severamente vietato entrare all’interno del bancone del magazzino e si dovrà sostare solamente nell’area delimitata dalla segnaletica a pavimento mantenendo la distanza interpersonale di sicurezza. Per accedere al magazzino è obbligatorio provvedere al la sanificazione delle mani. E’ vietato entrare in più di 3 lavoratori, garantendo la distanza minima prevista dalla normativa, ed è vietato qualsiasi tipo di assembramento sia interno che esternamente al magazzino.

MENSA: l’accesso e l’utilizzo del locale è consentito solamente ai lavoratori dipendenti per l’attività di ristorazione e di gestione delle informazioni lavorative, come la consegna dei rapportini, la lettura delle circolari, etc. L’accesso avviene mediante porta interna e l’uscita mediante porta esterna, cosi da avere un unico flusso possibile e monodirezionale. E’ vietato creare assembramento all’interno dell’ambiente. L’accesso è consentito previa sanificazione delle mani. La ristorazione avverrà per turni e i lavoratori dovranno sedere sui tavoli disponibili mantenendo le distanze previste dalla normativa, sia in senso laterale che frontale, occupando solamente i posti contrassegnati da un numero adesivo posto sul tavolo. E’ obbligatorio rispettare le distanze indicate a terra o mediante tabelle verticali per tutta la permanenza all’interno del locale. Le porte vanno sempre mantenute chiuse. E’ vietato depositare qualsiasi tipo di indumento o di accessorio personale all’interno del locale. E’ consentito l’utilizzo dei distributori automatici solamente mediante la sanificazione delle mani prima e dopo l’uso.

OFFICINA: l’accesso durante l’orario di lavoro e l’utilizzo delle attrezzature/impianti/locali è consentito solamente ai lavoratori aventi mansione di meccanico. L’ambiente di lavoro, durante la pausa pranzo e al di fuori dell’orario di lavoro deve essere chiuso a chiave. Durante l’utilizzo delle attrezzature è indispensabile provvedere periodicamente alla sanificazione delle mani ed è obbligatorio utilizzare i DPI previsti dalle singole lavorazioni. Il meccanico provvederà personalmente alla consegna/ritiro di eventuali mezzi/attrezzature da riparare. Eventuali mezzi/attrezzature riparate verranno posizionate nell’apposita area all’esterno dell’officina.

SPOGLIATOIO: l’accesso e l’utilizzo del locale è consentito solamente ai lavoratori dipendenti e con modalità che ne permettano di garantire la distanza interpersonale prevista dalla normativa. Vige l’obbligo di provvedere alla sanificazione delle mani prima di accedere allo spogliatoio.

UFFICIO: l’accesso è consentito solamente ai lavoratori aventi mansione di impiegato amministrativo/tecnico e, su appuntamento, ai lavoratori dipendenti con mansioni diverse e con il solo scopo organizzativo o comunicativo per la gestione dei cantieri o delle lavorazioni esterne. Nell’impossibilità di rispettare le distanze interpersonali previste dalla normativa, è obbligatorio indossare idonei DPI per la protezione delle vie respiratorie e provvedere periodicamente alla sanificazione delle mani. E’ vietato l’uso promiscuo delle attrezzature di ufficio quali telefono, tastiera, mouse, penne, attrezzi minuti, etc. Quando questo non è evitabile, provvedere personalmente alla sanificazione degli oggetti prima e dopo l’impiego. I servizi igienici sono a disposizione del solo personale dipendente della Costruzioni Dal Pont Spa. Nei momenti di pausa è consentito l’utilizzo dei distributori automatici/manuali mediante la sanificazione delle console di controllo, senza consumare in loco.

GESTIONE PERSONA SINTOMATICA IN AZIENDA

Nel caso in cui un lavoratore sviluppi una temperatura corporea superiore ai 37.5 gradi o accusi sintomi riconducibili alla malattia Covid-19, ha l’obbligo di informare immediatamente l’RSPP della Costruzioni Dal Pont Spa, che metterà in atto la procedura di isolamento in base alle disposizioni che le autorità sanitarie forniranno.

Successivamente l’impresa collaborerà con le autorità competenti per l’individuazione e la definizione di eventuali “contatti stretti”, così da poter procedere all’applicazione delle misure di quarantena. Nel periodo di indagine da parte delle autorità competenti, può rendersi necessario l’allontanamento di eventuali “contatti stretti” da tutti gli ambienti di lavoro della Costruzioni Dal Pont Spa e il conseguente divieto di utilizzo delle attrezzature/impianti/mezzi di proprietà della ditta.

I numeri di emergenza per il Covid-19 sono il numero 112 e il numero di pubblica utilità 1500.

Sulla base dei lavoratori che operano negli ambienti di lavoro della Costruzioni Dal Pont Spa, è di fondamentale importanza l’individuazione delle due macro categorie:

LAVORATORE con dimora interna all’azienda: nel caso vi sia la necessità di applicare la misura di quarantena ad un lavoratore con dimora presso lo stabile di Pian da Lago a Cortina d’Ampezzo, si provvederà all’isolamento presso le stanze che sono state adibite allo scopo nell’area sottotetto. Durante il periodo stabilito dalle autorità sanitarie, non vi sarà nessun contatto tra il soggetto “positivo” e qualsiasi altro lavoratore. La gestione dei pasti avverrà mediante consegna/ritiro in area prestabilita e con tempistiche concordate così da non permettere nessun contatto tra le parti. Per l’utilizzo dei servizi igienici verranno messi a disposizione appositi locali. Tutta l’area in questione sarà vietata all’accesso di tutti i lavoratori, con l’esclusione delle persone che dovranno gestire il periodo della quarantena per le opere di ristorazione, pulizia, igienizzazione, etc.

LAVORATORE con dimora esterna all’azienda: nel caso vi sia la necessità di applicare la misura di quarantena ad un lavoratore che non dimora presso lo stabile di Pian da Lago a Cortina d’Ampezzo, si provvederà all’isolamento temporaneo in base all’ambiente di lavoro in cui si trova. Come da protocollo verranno informate immediatamente le autorità competenti che provvederanno a fornire le modalità di intervento. Per una maggiore precauzione, si provvederà alla sosta immediata delle lavorazioni in atto nell’ambiente di lavoro in cui si trova il soggetto “positivo”.

GESTIONE FORNITORI, PROFESSIONISTI E RAPPRESENTANTI

Vista la complessità organizzativa che caratterizza i molteplici ambienti di lavoro di proprietà della Costruzioni Dal Pont Spa, è importante analizzare le modalità di accesso in base alle tipologie dei luoghi.

Vige l’obbligo di tenere sempre chiuse tutte le porte di accesso. I locali strategici quali mensa, magazzino DPI, falegnameria e uffici, in mancanza di personale autorizzato, devono essere sempre chiusi a chiave.

CUCINA: è vietato l’accesso di fornitori, rappresentanti o qualsiasi altra persona. Un eventuale ordine dovrà essere effettuato telefonicamente oppure con invio/ricezione di posta elettronica, con l’aiuto da parte dell’ufficio della sede di Cortina d’Ampezzo. Nell’eventualità di dover permettere l’accesso in cucina di una qualsiasi persona, si procederà con l’entrata mediante la porta esterna e con l’utilizzo obbligatorio di idonei dispositivi di protezione individuale (di proprietà loro) quali guanti monouso, mascherina, occhiali di protezione, copri scarpe. La consegna della merce avverrà, previa telefonata, dalla porta esterna con posizionamento a terra in un’area prestabilita e definita dalla segnaletica. Il personale addetto alle pulizie sarà fornito di chiavi per l’accesso al locale, cosi da provvedere alla pulizia e sanificazione dell’ambiente di lavoro.

DEPOSITO DPI: è vietato l’accesso di fornitori, rappresentanti o qualsiasi altra persona. Un eventuale ordine dovrà essere effettuato telefonicamente oppure con invio/ricezione di posta elettronica. La consegna della merce avverrà, previa telefonata, con posizionamento a terra in un’area prestabilita e definita dalla segnaletica.

DORMITORIO E LOCALI ACCESSORI: è vietato l’accesso di fornitori, rappresentanti o qualsiasi altra persona. Per la fornitura di materiale e accessori (lenzuola – federe – detergenti – etc) utili per il quotidiano vivere del personale dipendente ospitato presso lo stabile di Pian da Lago a Cortina d’Ampezzo, la consegna avverrà al piano terra nell’area di accesso alla scala per salire al piano primo e sottotetto. Eventuali materiali utili all’alloggio del personale dipendente verrà consegnato dal magazziniere ai singoli interessati previo appuntamento concordato tra le parti. Il personale addetto alle pulizie sarà fornito di chiavi per l’accesso al locale, cosi da provvedere alla pulizia e sanificazione dell’ambiente di lavoro.

FALEGNAMERIA: è vietato l’accesso di fornitori, rappresentanti o qualsiasi altra persona. Un eventuale ordine dovrà essere effettuato telefonicamente oppure con invio/ricezione di posta elettronica. La consegna della merce avverrà, previa telefonata, con posizionamento a terra in un’area prestabilita e definita dalla segnaletica. Il personale addetto alle pulizie sarà fornito di chiavi per l’accesso al locale, cosi da provvedere alla pulizia e sanificazione dell’ambiente di lavoro.

MAGAZZINI ESTERNI: è consentito il solo accesso di personale addetto alla consegna di materiale/attrezzatura previo appuntamento. Un eventuale ordine dovrà essere effettuato telefonicamente oppure con invio/ricezione di posta elettronica. La consegna della merce avverrà con posizionamento a terra in un’area prestabilita e definita dal magazziniere Per gli autotrasportatori è vietato scendere dal proprio automezzo e se non evitabile, procedere solamente una volta indossati tutti i dispositivi di protezione individuale (di proprietà loro) quali guanti monouso, mascherina, occhiali di protezione.

MAGAZZINI INTERNI: è vietato l’accesso di fornitori, rappresentanti o qualsiasi altra persona. Un eventuale ordine dovrà essere effettuato telefonicamente oppure con invio/ricezione di posta elettronica. La consegna della merce avverrà, previa telefonata, con posizionamento a terra in un’area prestabilita e definita dalla segnaletica.

MAGAZZINI MINUTERIA: è vietato l’accesso di fornitori, rappresentanti o qualsiasi altra persona. Un eventuale ordine dovrà essere effettuato telefonicamente oppure con invio/ricezione di posta elettronica. La consegna della merce avverrà, previa telefonata, con posizionamento a terra in un’area prestabilita e definita dalla segnaletica.

MENSA: è vietato l’accesso di fornitori, rappresentanti o qualsiasi altra persona. Eventuali accessi dovranno essere autorizzati dal Datore di Lavoro e dall’RSPP. Il personale addetto alle opere di carico/manutenzione dei distributori automatici dovrà accedere al locale obbligatoriamente dall’accesso esterno della mensa e solamente dopo aver indossato idonei dispositivi di protezione individuale (di proprietà loro) quali guanti monouso, mascherina, occhiali di protezione. Il personale addetto alle pulizie sarà fornito di chiavi per l’accesso al locale, cosi da provvedere alla pulizia e sanificazione dell’ambiente di lavoro.

OFFICINA: è vietato l’accesso di fornitori, rappresentanti o qualsiasi altra persona. Un eventuale ordine dovrà essere effettuato telefonicamente oppure con invio/ricezione di posta elettronica. La consegna della merce avverrà con posizionamento a terra in un’area prestabilita e definita dalla segnaletica. Nell’eventualità di dover permettere l’accesso in officina di una qualsiasi persona, si procederà con l’entrata mediante la porta principale e con l’utilizzo obbligatorio di idonei dispositivi di protezione individuale (di proprietà loro) quali guanti monouso, mascherina e occhiali di protezione. Il personale addetto alle pulizie sarà fornito di chiavi per l’accesso al locale, cosi da provvedere alla pulizia e sanificazione dell’ambiente di lavoro.

SPOGLIATOIO: è vietato l’accesso di fornitori, rappresentanti o qualsiasi altra persona. Il personale addetto alle pulizie sarà autorizzato all’accesso per svolgere le opere di pulizia e sanificazione dell’ambiente di lavoro.

UFFICIO: l’accesso di clienti, professionisti, rappresentanti o qualsiasi altra persona va concordato e su appuntamento, cosi da evitare assembramenti di dipendenti e terze persone. Un qualsiasi accesso avverrà mediante utilizzo della mascherina e sanificazione delle mani prima di accedere ai locali. La consegna della posta quotidiana non avverrà mediante accesso, ma con utilizzo dell’apposita cassetta esterna. Per la consegna di documenti a mano si accetterà l’ingresso delle sole persone provviste di idonei dispositivi di protezione individuale (di proprietà loro) quali guanti monouso, mascherina e occhiali di protezione. Il personale addetto alle pulizie sarà fornito di chiavi per l’accesso al locale, cosi da provvedere alla pulizia e sanificazione dell’ambiente di lavoro.

IL CANTIERE

Per ogni singolo cantiere, in merito alle procedure da applicare per la gestione del “Rischio Covid-19” e per quanto di competenza per la Salute e Sicurezza, le uniche figure di riferimento sono il Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione (RSPP) e il Coordinatore per la Sicurezza in fase di Esecuzione (CSE).

In base alle reali necessità di ogni singolo cantiere e quindi in relazione con l’organizzazione stessa, il presente “Protocollo Aziendale di Sicurezza anti-contagio Covid-19” verrà applicato in accordo con il Coordinatore per la Sicurezza in fase di Esecuzione (CSE). Eventuali modifiche verranno applicate mediante procedure scritte sul Piano di Sicurezza e Coordinamento (PSC).

Nella fase organizzativa è da programmare una procedura che preveda nel cantiere accessi/uscite in modo scaglionato, cosi da evitare eventuali sovraffollamenti dei lavoratori coinvolti nelle lavorazioni.

L’ufficio di cantiere non può essere per nessun motivo utilizzato per la consumazione di cibi/bevande o per eventuali pause personali. Il locale deve essere utilizzato da un solo lavoratore alla volta, salvo i casi in cui vi siano duplici ingressi e spazi ampi. L’igienizzazione avverrà da un lavoratore mediante utilizzo di prodotti specifici a base di alcool o cloro.

Il servizio igienico verrà sanificato/igienizzato periodicamente da una ditta specializzata. Ne è vietato l’utilizzo da parte di terze persone non coinvolte nelle lavorazioni in atto nel cantiere.

Le modalità di accesso al cantiere da parte di fornitori esterni verranno gestite dal Coordinatore per la Sicurezza in fase di Esecuzione (CSE) mediante procedura scritta nel Piano di Sicurezza e Coordinamento (PSC).

Se possibile, gli autisti dei mezzi di trasporto devono rimanere a bordo dei propri mezzi. Non è loro consentito l’accesso ai locali chiusi comuni del cantiere per nessun motivo. Per le necessarie attività di approntamento delle attività di carico e scarico, il trasportatore dovrà attenersi alla rigorosa distanza minima di un metro, all’indossare tutti i DPI previsti e rispettare eventuali procedure descritte nel Piano di Sicurezza e Coordinamento (PSC).

GESTIONE SUBAPPALTI

In tutti gli ambienti di lavoro di proprietà della Costruzioni Dal Pont Spa, o affidati all’impresa stessa, deve essere obbligatoriamente e rigorosamente rispettato il presente “Protocollo Aziendale di Sicurezza anti-contagio Covid-19”.

Nei casi di carenze o mancanze da parte delle ditte in subappalto, si provvederà immediatamente alla sospensione dei pagamenti in atto e futuri, andando a recedere immediatamente il contratto attivo e segnalandone la non osservanza al Committente ed al Coordinatore per la Sicurezza in fase di Esecuzione (CSE).

Ogni singola impresa deve provvedere personalmente alla rilevazione della temperatura dei propri lavoratori dipendenti, informando il Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione (RSPP) della Costruzioni Dal Pont Spa nel caso in cui vi siano segnalazioni da tenere in considerazione. Non si escludono misurazioni effettuate dall’impresa affidataria dei lavori. Tutte le rilevazioni dovranno essere registrate mediante un modulo scritto e, nei giorni di presenza nei cantieri della Costruzioni Dal Pont Spa, il Datore di Lavoro della ditta in subappalto dovrà inviare quotidianamente il proprio modulo mediante mail all’indirizzo wb@costruzionidalpont.it. Per tutelare la privacy di ogni singolo lavoratore si dovrà provvedere alla registrazione di un numero di matricola (senza indicare dati personali quali cognome e nome) e al dato rilevato mediante termometro dove “SI” indica che il lavoratore può presentarsi in cantiere in quanto la temperatura corporea rispetta la normativa in vigore e “NO” indica che il lavoratore non può presentarsi in cantiere.

Ogni singola impresa deve provvedere personalmente al trasporto dei propri dipendenti, sia per il raggiungimento dell’ambiente di lavoro, che per eventuali trasferimenti.

Tutti i subappalti dovranno provvedere all’acquisto dei dispositivi di protezione individuale per un utilizzo da parte delle proprie maestranze, valutandone l’ambiente di lavoro e le lavorazioni da svolgere. Negli ambienti di lavoro non sono ammesse persone prive dei dispositivi di protezione individuale (Covid-19 e non) o non formate e informate in merito alle procedure da applicare per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19.

Ogni singola ditta deve provvedere autonomamente allo smaltimento dei propri “rifiuti Covid-19” (mascherine, quanti, tute, gel, dispender, etc) senza effettuare nessun deposito all’interno delle aree di cantiere.

Ogni singola ditta deve provvedere alle lavorazioni mediante la propria attrezzatura (elettrodemolitori, tassellatori, avvitatori, etc). Eventuali impianti specifici (gru a torre, betoniera, etc) potranno essere utilizzati in accordo con la ditta proprietaria e provvedendo personalmente alle opere di sanificazione/igienizzazione una volta terminata la singola lavorazione.

E’ severamente vietato fermarsi negli ambienti di lavoro durante la pausa pranzo e di conseguenza consumare cibo all’interno delle aree, salvo indicazioni diverse descritte nel Piano di Sicurezza e Coordonamento (PSC).

E’ severamente vietato fumare all’interno di tutti gli ambienti di lavoro, cosi da evitare che eventuali rifiuti prodotti dal consumo di tabacco (comprensivi di saliva) possano essere gettati e dimenticati a terra.null

GESTIONE APPALTI DEL COMMITTENTE

In tutti gli ambienti di lavoro di proprietà della Costruzioni Dal Pont Spa, o affidati all’impresa stessa, deve essere obbligatoriamente e rigorosamente rispettato il presente “Protocollo Aziendale di Sicurezza anti-contagio Covid-19”. Nei casi di carenze o mancanze da parte di terze ditte, si provvederà immediatamente a segnalarne la non osservanza al Committente ed al Coordinatore per la Sicurezza in fase di Esecuzione (CSE).

Ogni singola impresa dovrà provvedere all’acquisto dei dispositivi di protezione individuale per un utilizzo da parte delle proprie maestranze, valutandone l’ambiente di lavoro dove dovranno lavorare. Negli ambienti di lavoro non sono ammesse persone prive dei dispositivi di protezione individuale o non formate e informate in merito alle procedure da applicare per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19.

Ogni singola ditta deve provvedere autonomamente allo smaltimento dei propri “rifiuti Covid-19” (mascherine, quanti, tute, gel, dispender, etc) senza effettuare nessun deposito all’interno delle aree di cantiere.

Ogni singola ditta deve provvedere alle lavorazioni mediante la propria attrezzatura (elettrodemolitori, tassellatori, avvitatori, etc). Eventuali impianti specifici (gru a torre, betoniera, etc) potranno essere utilizzati in accordo con la ditta proprietaria e provvedendo personalmente alle opere di sanificazione/igienizzazione una volta terminata la singola lavorazione.

E’ severamente vietato fermarsi negli ambienti di lavoro durante la pausa pranzo e di conseguenza consumare cibo all’interno delle aree.

E’ severamente vietato fumare all’interno di tutti gli ambienti di lavoro, cosi da evitare che eventuali rifiuti prodotti dal consumo di tabacco (comprensivi di saliva) possano essere gettati e dimenticati a terra.

Ogni singolo accesso in mancanza di lavoratori dipendenti della Costruzioni Dal Pont Spa dovrà essere gestito in accordo con il Coordinatore per la Sicurezza in fase di Esecuzione (CSE) e segnalato per iscritto mediante posta elettronica all’indirizzo sicurezza@costruzionidalpont.it.

TRASFERIMENTI E SPOSTAMENTI

Per i servizi di trasporto organizzato va garantita e rispettata la sicurezza dei lavoratori lungo ogni spostamento, sia in orario di lavoro che per i viaggi da/verso la propria residenza/dimora.

Durante il trasferimento il ruolo di Preposto viene affidato al lavoratore che è alla guida del mezzo. Spetta a quest’ultimo la verifica di quanto previsto dal presente “Protocollo Aziendale di Sicurezza anti-contagio Covid-19” e l’igienizzazione del mezzo in uso prima di procedere con qualsiasi manovra di guida o accesso da parte di terzi.

Durante il viaggio è preferibile garantire la distanza interpersonale prevista dalla normativa. Nel momento in cui i lavoratori indossano tutti i DPI di protezione Covid-19 sarà possibile procedere con l’utilizzo dei mezzi a massima capienza.

La sanificazione delle mani deve essere effettua sia prima che dopo l’accesso/utilizzo del mezzo.

GESTIONE PERSONA SINTOMATICA IN CANTIERE

Nel caso in cui un lavoratore presente in cantiere sviluppi una temperatura corporea superiore ai 37.5 gradi o accusi sintomi riconducibili alla malattia Covid-19, ha l’obbligo di informare immediatamente l’RSPP della Costruzioni Dal Pont Spa che, sentito anche il Coordinatore per la Sicurezza in fase di Esecuzione (CSE), metterà in atto la procedura di isolamento in base alle disposizioni che le autorità sanitarie forniranno.

Successivamente l’impresa collaborerà con le autorità competenti per l’individuazione e la definizione di eventuali “contatti stretti”, così da poter procedere all’applicazione delle misure di quarantena. Nel periodo di indagine da parte delle autorità competenti, può rendersi necessario l’allontanamento di eventuali “contatti stretti” da tutti gli ambienti di lavoro della Costruzioni Dal Pont Spa e il conseguente divieto di utilizzo delle attrezzature/impianti/mezzi di proprietà della ditta.

I numeri di emergenza per il Covid-19 sono il numero 112 e il numero di pubblica utilità 1500.

Eventuali procedure da applicare potranno essere aggiornate e implementate nel Piano Operativo di Sicurezza (POS) della Costruzioni Dal Pont Spa e nel Piano di Sicurezza e Coordinamento (PSC) redatto dal Coordinatore per la Sicurezza in fase di Esecuzione (CSE).

LA SORVEGLIANZA SANITARIA

La sorveglianza sanitaria viene gestita dal Medico Competente che informerà l’RSPP della Costruzioni Dal Pont Spa in merito alle tempistiche e modalità con le quali verrà svolta.

Il Medico Competente opera attenendosi alle linee guida regionali nel rispetto delle disposizioni governative circa l’emergenza sanitaria Covid-19.

Sarà compito del Medico Competente provvedere all’integrazione di procedure di propria competenza e a proporre misure di regolamentazione legate al Covid-19, collaborando in stretto contatto con il Datore di Lavoro e l’RSPP della Costruzioni Dal Pont Spa.

Il Medico Competente segnalerà all’impresa situazioni di particolare fragilità e patologie attuali o pregresse dei dipendenti. La gestione avverrà provvedendo alla tutela dei lavoratori e nel rispetto della privacy.

VERIFICA ATTUAZIONE PROTOCOLLO AZIENDALE

Per la verifica dell’attuazione del presente “Protocollo Aziendale di Sicurezza anti-contagio Covid-19”, l’impresa Costruzioni Dal Pont Spa ha istituito un gruppo di lavoro composto da lavoratori dipendenti formati e informati in merito alla gestione del rischio biologico Covid-19.

Il lavoratore nominato ha l’obbligo e la responsabilità di vigilare e verificare che tutte le misure vengano regolarmente applicate, segnalandone eventuali casi di non rispetto delle procedure descritte nel “Protocollo Aziendale di Sicurezza anti-contagio Covid-19”.

I componenti verranno nominati mediante apposito Allegato C “Covid-19 nomina addetto gruppo lavoro”.

RIUFIUTI COVID-19

Tutti i dispositivi di protezione individuale, utilizzati per la sola prevenzione della diffusione del virus, vanno smaltiti mediante apposito contenitore con scritta “Rifiuti Covid-19”, che verranno posizionati presso l’ufficio a Ponte nelle Alpi, l’officina a Ponte nelle Alpi e il magazzino a Cortina d’Ampezzo.

Una volta ultimata la capienza di ogni singolo contenitore, il preposto di turno provvederà alla sigillatura del sacco e smaltimento con modalità identiche al rifiuto urbano come indifferenziati.

Nei singoli ambienti di lavoro della Costruzioni Dal Pont Spa, compresi i cantieri, ogni lavoratore dipendente dovrà provvedere personalmente allo smaltimento dei propri dispositivi di protezione individuale ogni fine turno, depositandoli negli appositi contenitori sopra citati.

Qualsiasi smaltimento non autorizzato e diverso da quanto descritto nel presente “Protocollo Aziendale di Sicurezza anti-contagio Covid-19” verrà gestito mediante sospensione con allontanamento dal luogo di lavoro e licenziamento immediato.

REVISIONE DEL DOCUMENTO

Il presente “Protocollo Aziendale di Sicurezza anti-contagio Covid-19” viene considerato un documento di primaria importanza per tutte le attività svolte dalla Costruzioni Dal Pont Spa. Il documento verrà progressivamente adattato in ragione del mutamento dello svolgimento delle pratiche di gestione del rischio biologico Covid-19, secondo un concetto “dinamico” e quindi in base alle esigenze o al variare di una qualsiasi modalità descritta.

Tutte le variazioni di aggiornamento del presente “Protocollo Aziendale di Sicurezza anti-contagio Covid-19” verranno riepilogate nell’Allegato A “Covid-19 Giornale delle revisioni”, indicandone la data di aggiornamento e una semplice descrizione.

APPROVAZIONE E FIRMA

Il presente “Protocollo Aziendale di Sicurezza anti-contagio Covid-19” è stato firmato presso la sede della Costruzioni Dal Pont Spa in presenza del Datore di Lavoro ing. Roberto Mares e del Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione (RSPP) geom. Luca Mares nella data di lunedì 20 aprile 2020.

Il presente documento è stato aggiornato il giorno domenica 26 aprile 2020 alle ore 23:58.